Le Volpere, dove osano le volpi

Matteo De Rosso Matteo De Rosso

La Marca Trevigiana nasconde gelosamente alcuni angoli di rara bellezza. Uno di questi è senza dubbio l'avvallamento del Collagù nelle Colline di Farra di Soligo. In questa valle, provenendo dal paese, dopo aver attraversato il bosco, si sbuca tra vigneti con pendenze vertiginose che in alcuni casi arrivano ad essere quasi in verticale. Tra questi, Le Volpere dei fratelli Luca e Matteo De Rosso di Farra di Soligo. Le Volpere, è facile intuirlo, prende nome dal fatto che numerose volpi costruissero le loro tane nel fondo del crepaccio con cui confina il vigneto. Salendo verso Nord si incontra, sulla sommità del colle, la chiesetta del Collagù (da colle aguzzo) , luogo sacro fin dal 1700 ma che subì alcune trasformazioni a causa degli eventi della storia per essere poi ricostruito e affrescato nel 1933 ad opera della famiglia Bottari De Castello. Da questo luogo si gode una vista che è quasi diventata un'icona per l'intera denominazione. In questi vigneti Matteo, Luca, il padre Cesare e la mamma Margherita, coltivano le loro viti con orgoglio e determinazione. Il rapporto che hanno con la loro terra e i loro vigneti è assoluto, lo si coglie dai racconti che ci fanno e dal modo in cui guardano il vigneto. Il suolo è composto di conglomerato calcareo capace di donare ai vini eleganza e finezza figli di tale bellezza.



Az. Agr. Le Volpere
di Luca e Matteo De Rosso
Via Ugo Cecconi, 13
31010 Farra di Soligo (TV)
Tel:  0438 801204
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.levolpere.it


Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Iscriviti