Al Ponte

Per i primi anni la produzione aziendale era destinata al conferimento in una cantina sociale della zona e solo una piccola parte della produzione di uva era destinata alla produzione del vino è per usi famigliari; da qui Rodolfo ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla coltivazione della vite e alla produzione di vino per la vendita diretta, producendo il vino in maniera semplice e genuina.

Col trascorrere degli anni la richiesta sempre maggiore di vino sfuso ha portato all’allargamento delle proprietà della famiglia passando da 1,5 ha del 1965 agli attuali 12 ha tutti coltivati a vigneto con diverse varietà autoctone e non.

Nel 1981 apre il nuovo punto vendita aziendale per vendite al dettaglio , in periodo vendemmiale, e non solo, è possibile assistere alla lavorazione e alla trasformazione dell’uva in vino.

Nei primi anni 2000 vi è stato una graduale sostituzione dei vigneti più anziani con vigneti nuovi avendo però come punto focale la qualità dell’uva e del vino che ne sarebbe derivato. I terreni dell’azienda sono di proprietà e in affitto, sono disposti in vari appezzamenti, caratterizzati da altitudini e suoli diversi; gli appezzamenti ubicati sul Montello sono esposti a sud con suolo prevalentemente argilloso, da cui si ricavano rossi di grande corpo e posso essere anche destinati ad un lungo affinamento (Cabernet del Veneto 16) e bianchi ricchi di gusto e profumi (Igt Glera della Marca Trevigiana,Doc Prosecco di Treviso Millennium Extra Dry), i terreni che sono presenti in fondo valle sono terreni più sciolti e ricchi di scheletro, danno origine a vini con sentori più spiccati, i rossi risultano essere vivaci e di pronta beva (Igt Cabernet Franc del Veneto e Igt Marzemino del Veneto), i bianchi esprimono sentori marcati (Igt Pinot B. della Marca Trevigiana e Igt Verduzzo del Veneto), vengono commercializzati in bottiglia o sfusi.

In azienda eseguiamo lavorazioni atte ad abbassare l’impatto che la chimica ha sulla coltivazione dell’uva; stesso pensiero va nella vinificazione, nel quale stiamo incrementando sempre più l’utilizzo di prodotti naturali e riducendo al mino l’uso di Solfiti; ricercando fornitori, prodotti e tecniche innovative, ma che rispettino la nostra filosofia di qualità del vino l’ambiente nel quale viene prodotto.

Territorio:
Castellana - Montello
Contatti:
Az. Agr. Al Ponte di Vettoretti Matteo
Via Partidor, 2 
31044 Montebelluna (TV)
Tel. 0423-605460
Cell. 340-7963753
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.vinialponte.com
I nostri vini

I nostri vini

Prosecco Doc Treviso Extra Dry
Prosecco Doc Treviso Brut
Cabernet Franc
Cabernet Sauvignon
Merlot
Raboso
Pinot Bianco
Verduzzo
Marzemino
Bianco rifermentato in bottiglia
Rosè di Cabernet Sauvignon
I nostri vini

Dove mangiare

La Forcola, ristorante di pesce
Cornuda (TV)
tel. 0423 839055

Agriturismo General Fiorone (Fattoria didattica)
Montebelluna (TV)
tel.  0423 603810 

I nostri vini

Dove dormire

Al Bagolaro
Crocetta del Montello (TV)
tel 0423 665101 

Agriturismo Nonna Maria
Montebelluna (TV)
tel. 0423 619611

al-ponte
Due chiacchere con...
Matteo Vettoretti e Francesca Serena

Cosa significa essere un vignaiolo indipendente nel mercato odierno?

Proporre, oltre alla qualità del prodotto, il territorio e le persone che lo vivono e vi lavorano.

Vino etico e di qualità: sogno o realtà?

Vino etico e una realtà che sta prendendo piede, specialmente nel consumatore che sceglie di comprare direttamente da chi produce.

Nella storia della vostra azienda, qual è il ricordo più bello?

Uno dei ricordi più belli e quando, durante la vendemmia 2016, un cliente ha portato suo nipote di 6 anni a vedere come si fa il vino. Lo stupore e la gioia del bambino mentre osservava l'uva scendere dal rimorchio e avviarsi verso la fase di lavorazione sono più gratificanti di mille complimenti.

Un esempio pratico di come la Federazione Vignaioli Indipendenti vi aiuta nella vostra attività?

La Federazione ha aiutato la mia azienda permettendomi di partecipare a Fiere, vedi Piacenza, e a corsi di formazione, con la certezza di poter chiedere consiglio ad altri produttori che magari hanno avuto il tuo stesso problema.

Perché ci si deve fidare di un Vignaiolo Fivi?

Perché oltre alla passione e al lavoro, il vignaiolo ci mette letteralmente la faccia, sappiamo raccontare quello che sta dietro ad ogni bottiglia che proponiamo, aggiungendo un valore aggiunto al nostro prodotto che è l'entusiasmo per quello che facciamo.

Nel mondo del vino, territorio è un termine spesso abusato: ma secondo voi, qual è il suo vero significato?

Il territorio è la base del nostro vivere, ci condiziona nelle scelte e nel modo di pensare e di agire, ci rende "unici".
Il territorio è quello che determina la qualità e la diversità dei nostri prodotti, sta a noi preservarlo per mantenere quel carattere distintivo che fa di noi Vignaioli.

Per chi volesse assaggiare i vostri vini e conoscervi meglio, sono previste degustazioni in cantina?

Sì, abbiamo la possibilità di effettuare degustazioni in cantina per piccoli gruppi (max 10 persone), su prenotazione.